Bruschette con pesto di fave, salame e pecorino

Bruschette con pesto di fave, salame e pecorino

Le bruschette con pesto di fave, salame e pecorino sono un invitante aperitivo primaverile, o un’alternativa al classico abbinamento di fave, salame e pecorino in un picnic di primavera. O ancora per un apericena con amici.

Quando penso a questi tre ingredienti, non posso che collegarli alla cucina ligure e alla tradizione di questo territorio. Fave fresche, salame sant’Olcese e sardo fresco sono il trio perfetto, insieme a un bel pezzo di focaccia e un gotto (bicchierino) di vino bianco ligure, come un Vermentino o un Pigato. Ma se proprio vogliamo fare le cose come si deve, sarebbe perfetto un bicchiere di Vino Corochinato “Asinello”, tipico aperitivo genovese servito in genere con una fetta di limone nel bicchiere.

A partire da questi ingredienti ho pensato di provare una ricetta sfiziosa e saporita, creando un gustoso pesto di fave fresche che nel sapore ricordasse l’amato pesto genovese. Unendo poi un salame cacciatore al posto del Sant’Olcese (che i liguri possano perdonarmi!). E infine un pecorino sardo un po’ più stagionato. Ahimè, non ho trovato il sardo fresco come tradizione vorrebbe. Ma se voi lo troverete, fidatevi di me, provatelo.

Bruschette al pesto di fave fresche, salame e pecorino sardo

Per fare poi la bruschetta ho voluto fare il pane in casa, tagliarlo a fette e ripassarlo in forno (o al microonde) per tostarlo un po’ e renderlo più croccante. Poi ho assemblato il tutto con il pesto di fave, le fette di salame e il pecorino.

Potete seguire la mia ricetta del pane e farlo in casa anche voi, oppure tostare del pane che avete già. Vi consiglio di provare anche l’abbinamento con la focaccia genovese al posto del pane: una vera bomba!

Prima di passare alla ricetta, eccovi altre idee da provare per preparare un invitante picnic primaverile:

  1. Frittata di asparagi e piselli al forno
  2. Focaccia genovese senza impasto
  3. Torta soffice alle fragole

Bruschetta con pesto di fave, salame e pecorino

Bruschette primaverili con pesto di fave fresche, salame cacciatore e pecorino sardo
Portata Aperitivo
Cucina Italiana
Keyword Bruschette, Fave, Pesto, Salame
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

Per preparare il pane

  • 500 g farina io ho mischiato farina 0, farina di semola e manitoba
  • 400 g acqua
  • 5 g lievito di birra
  • 12 g sale

Per il pesto di fave

  • 250 g fave già sgranate
  • 1/2 bicchiere di olio evo
  • 4 foglie di basilico
  • 1 cucchiaio di pecorino grattugiato
  • 1 spicchio d'aglio piccolo
  • sale
  • pepe

Per assemblare

  • fette di pane tostato
  • fette di salame
  • pesto di fave
  • scaglie di pecorino sardo

Istruzioni

Preparate il pane

  • Potete preparare questo pane a mano o con la planetaria. Io ho usato la seconda per fare prima e faticare meno. Iniziate setacciando le farine. In due dita d'acqua prese dal totale sciogliete il lievito di birra. Aggiungetelo alle farine e poi, un po' alla volta, unite l'acqua restante. Infine unite il sale. Impastate fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Ci vorrà un po' di pazienza, ma il risultato ne varrà la pena.
  • Mettete l'impasto a maturare in frigorifero: ungete una ciotola, metteteci l'impasto, copritelo con la pellicola trasparente e mettetelo in frigo per almeno 12 ore (Io l'ho tenuto per 18 ore). Il giorno dopo tirate fuori dal frigo l'impasto e lasciatelo acclimatare. L'impasto che già sarà un po' cresciuto, dovrà ricominciare a lievitare. Prendetelo, fate un giro di pieghe a portafoglio, pirlatelo (arrotolatelo facendolo girare sul piano di lavoro per dargli forma) e mettetelo a lievitare nel cestino di lievitazione precedentemente spolverato di farina (o nuovamente nella ciotola). Fatelo lievitare fino al raddoppio, ci vorranno circa 2 ore.
  • Accendete il forno a 240° modalità statica. Mettete sotto la griglia dove metterete il pane, una teglia in cui andrete a mettere un po' d'acqua che aiuterà a mantenere il pane umido durante la cottura. Prendete l'impasto lievitato e adagiatelo su una teglia. Mettete un'ultima spolverata di farina sulla superficie, poi fategli i tagli a vostro piacimento (aiuteranno la lievitazione in cottura). Infornate per 30 minuti, poi abbassate il forno a 200° e togliete la teglia con l'acqua che avevate messo inizialmente. Fate cuocere per altri 10 minuti. Infine ancora 5 minuti a 180° con lo sportello leggermente aperto. Sfornate il pane e lasciatelo raffreddare completamente su una gratella, prima di tagliarlo.

Preparate il pesto di fave

  • Sbollentate le fave già sgranate per 5 minuti in acqua poco salata. Scolateli e teneteli in una ciotola d'acqua fredda per raffreddarli senza fargli perdere il loro colore verde intenso. Se volete potete eliminare anche la pellicina una volta che saranno raffreddati.
  • Versate le fave e tutti gli altri ingredienti nel bicchiere del mixer e frullate con il minipimer fino a ottenere una crema densa. Salate e pepate a piacere.

Preparate le bruschette

  • Una volta che il pane sarà raffreddato, potete tagliarlo a fette e tostarne alcune fino a renderle dorate e un po' croccanti. A questo punto potete spalmarci sopra un po' di pesto di fave, aggiungere qualche fetta di salame e scaglie di pecorino sardo.
Bruschetta con pesto di fave, salame cacciatore e pecorino sardo fresco
Bruschette con pesto di fave fresche, pecorino e salame cacciatore

Vi aspetto sui miei canali social, per non perdervi alcuna ricetta e restare in contatto! ⬇

Articoli consigliati

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: