Dark Mode On / Off

Focaccia genovese senza impasto

La focaccia genovese senza impasto è un’alternativa alla classica ricetta ligure che più si avvicina alla focaccia di panetteria comprata nei vicoli di Genova. Per questo ho voluto chiamarla focaccia genovese: la ricetta non sarà esattamente la stessa, ma alla vista e nel sapore ricorda molto la tanto amata focaccia genovese.

La ricetta della focaccia genovese classica non prevede l’uso di farine forti o lunghe ore di lievitazione. Se volete provare questa versione più vicina alla tradizione, vi consiglio di dare un’occhiata alla mia focaccia genovese sottile. Sappiate che la focaccia di Genova non deve essere spessa, ma soprattutto deve essere morbida dentro e croccante fuori, con i buchi chiari pregni d’olio. Perché la focaccia vera ti deve ungere le dita delle mani!

Oggi si ha una maggiore attenzione a diversi aspetti legati alla creazione di un buon lievitato: dai tanti tipi di farine da usare, in base alle varie forze, ai tempi più lunghi di lievitazione. E alla conseguente maggiore digeribilità del prodotto finale. Ed è per questo motivo che ho voluto provare a fare una focaccia senza impasto e con lunghi tempi di lievitazione.

Focaccia senza impasto

Per preparare questa focaccia senza impasto a lunga lievitazione dovrete usare farine medo-forti per sostenere la maturazione in frigorifero e, al tempo stesso, limitare l’uso del lievito di birra. Io ho usato la farina Garofalo con forza 260 ( W260) e farina 00 del Molino Chiavazza.

Vi consiglio di provare anche la focaccia alla zucca, morbida, colorata e profumatissima, preparata in poco tempo e anche questa senza impasto.

Focaccia genovese senza impasto

Focaccia genovese che non ha bisogno di essere impastata, con maturazione in frigorifero
Portata Focaccia / Pizza, Pane e co.
Cucina Genovese, Italiana, Ligure
Keyword Focaccia, lievitati
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

  • 500 g farina metà farina w260 e metà 00
  • 400 ml acqua
  • 2 g lievito di birra fresco
  • 10 g sale
  • 2 cucchiai di olio evo

Per la salamoia

  • 15 g acqua
  • 150 g olio evo
  • sale fino q.b.

Istruzioni

  • Iniziate a sciogliere i 2 g di lievito di birra in un dito d'acqua preso dal totale. In una ciotola unite le due farine, l'acqua, l'olio e il lievito sciolto. Quando l'impasto sarà più compatto, unite anche il sale e mescolate fino a creare un impasto appiccicoso e ancora un po' grumoso. Coprite l'impasto con la pellicola e mettetelo in frigo a maturare per almeno 12 h (io l'ho preparato la sera e tirato fuori il giorno dopo).
  • Passate almeno 12 ore, potete tirare fuori dal frigo l'impasto e lasciarlo acclimatare per circa 2 ore. A quel punto potete iniziare a dargli le pieghe. Io ho infarinato un tagliere con della semola e, aiutandomi con la farina, ho dato le prime pieghe a tre. Poi coprite l'impasto e lasciatelo riposare per 20 minuti. Ripetete le pieghe altre due volte, sempre lasciando riposare l'impasto per 20 minuti. In questo modo l'impasto risulterà più liscio, elastico e compatto.
  • Dopo 20 minuti dall'ultima piega, stendete l'impasto su una teglia oliata. Se l'impasto facesse fatica ad allargarsi, fatelo riposare ancora un po', poi riprovate a stenderlo, fino a ricoprire tutta la teglia. Lasciate riposare l'impasto così, mentre accendete il forno e lo portate a una temperatura di 240-250°.
  • Preparate la salamoia unendo in una caraffa graduata l'olio evo, l'acqua e il sale. Mescolate. Versate la salamoia sulla focaccia, poi procedete formando i classici buchi della focaccia con i polpastrelli. Infornate a questo punto la focaccia e fatela cuocere per 15 minuti circa. Tenetela d'occhio, deve venire un po' colorita ma non troppo.
  • Quando la focaccia è cotta, estraetela dal forno e lasciatela riposare per qualche minuto, poi toglietela dalla teglia e ponetela su una gratella. Gustatela così com'è, oppure con affettati e formaggi.

La video ricetta della focaccia senza impasto su TikTok

Francesca Guglielmero

Francesca Guglielmero

Nata nel 1992 ad Alessandria, laureata triennale in Comunicazione e magistrale in Informazione ed Editoria a Genova. Scrivo di cucina tipica del territorio, soprattutto piemontese e ligure. Mi occupo di scrittura per il web, creazione di contenuti SEO friendly e fotografia di cibo e still life.

Recommended Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: