Pancake con miele e pesche

Questa mattina mi sono svegliata presto, per approfittare del fresco e con un’idea che già circolava in testa da un po’ di giorni.. voglio fare i pancake! Non li preparavo da un sacco, ma non volevo esagerare e rovinare definitamente la mia solita dieta che cerco più o meno di seguire, così ho provato a usare una ricettina un po’ diversa e più leggera, con meno sensi di colpa 😉

I classici pancake americani sono assolutamente grassi e calorici, composti da burro, farina, latte, zucchero, uova, per non parlare dello sciroppo e il burro di accompagnamento, o le uova e il bacon! No no no no, non ce la posso fare. Sento il mio corpo ribellarsi al solo pensiero, il dietologo che urla disperato e straccia la sua laurea.. devo resistere e preparare qualcosa di leggero ma comunque buonissimo!

Ed ecco che, dopo questa lista di ingredienti da libro nero e assolutamentissimamente vietati, vediamo quelli che ho impiegato io..

– 150g di farina di farro bio
– 60g di zucchero di canna
– 200ml di latte (preferibilmente di soia)
– 1 cucchiaino di olio di semi di girasole
– 1 cucchiaino di lievito per dolci

Si, avete capito bene! Niente uova! Niente burro!
Ma vi assicuro che vi piaceranno davvero, davvero tanto!

Procedimento:

Mettiamo in una ciotola la farina, il lievito e lo zucchero. Mescoliamo per amalgamare bene e lentamente aggiungiamo il latte, a filo, per non rischiare di fare i grumi. Aggiungiamo per ultimo l’olio, mescoliamo ancora un po’ e poi lasciamo la pastella a riposare per mezz’ora.
Riscaldiamo la padella, o crepiere, bagniamo il fondo con una spennellata di olio e quando sarà bella calda, versiamoci un bel mestolo di pastella. Mi raccomando, fate attenzione che la padella sia caldissima, piuttosto alzate un po’ il fuoco prima di iniziare a cuocere i pancake, poi abbassate al minimo per non farle bruciare. In questo modo, la superficie del pancake verrà di quel classico colore marroncino uniforme. Quando compariranno le bolle e i bordi inizieranno ad asciugarsi, girate i pancake e continuare la cottura dall’altro lato. Una volta pronti, serviteli uno sull’altro, cospargeteli di miele d’acacia e accompagnateli con un ventaglio di fette sottili di pesca. Vi assicuro che, nell’insieme, risulteranno un piatto buonissimo e incredibile! A piacere, anche un po’ di zucchero a velo, che sui dolci fa sempre piacere 😉

pancake3pancake2

Articoli consigliati

13 commenti

    1. Esatto! E nessuno si può sentire in colpa, non stavolta! 😉

  1. Buonissimi! Credo che sarà la mia colazione di domani…anche se non so se riuscirò a resistere al grassissimo sciroppo d’acero 😉

      1. Ahaha grazie! Troppo buona 🙂

  2. Perfetta spiegazione!! 🙂 ultimamente invece di perdere peso, ne ho preso un po. Aspetterò un po prima di mangiarne altri

    1. Ti capisco, ma non bisogna farsi prendere dai sensi di colpa e stare male, se si fa un piccolo sgarro a colazione, si cerca poi nel resto della giornata di essere rigidi 😀 io, ad esempio, non ho più mangiato pane o cracker sia per pranzo che cena!

      1. Ho fatto uguale a cena .. Leggera con pochi carbo! Cerchiamo di rimetterci in riga

  3. Da provare quanto prima! Gnaaaammmmm…. Ottima ricetta light!

    1. Sono contenta che piacciano così tanto! Se le provi, fammi sapere come ti sei trovata! 😉

  4. […] waffles allo yogurt sono l’alternativa ai classici pancakes, tipici della colazione americana, ma altrettanto soffici e speciali. Io ho voluto prepararli allo […]

Rispondi

Follow Me!
Share via
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: