Nidi di Pasqua di pan brioche

I nidi di Pasqua dolci sono un dolce lievitato, per l’esattezza un pan brioche intrecciato e chiuso per creare dei piccoli nidi, perfetti da regalare a Pasqua ad amici e parenti. Per renderli ancora più simpatici e invitanti vi consiglio di comprare gli ovetti di zucchero ripieni al cioccolato e metterli al centro dei nidi per rendere ancor di più l’idea del dolce pasquale.

La prima volta che ho scoperto questi nidi di Pasqua dolci, li ho preparati insieme alla mia nonna. Lei era la classica nonna sempre con il grembiule addosso, chiusa in cucina per preparare delle prelibatezze. A lei piaceva tanto che la andassi a trovare e ci mettessimo a cucinare insieme.

E infatti è anche grazie a lei se oggi sono qui, a scrivere di cucina, ad amare la cucina tradizionale e a divertirmi a mettere le mani in pasta. Cucinare con la nonna credo sia una delle cose più belle che ho vissuto fin da bambina, e che mi porto ancora dentro come un magico ricordo.

Ancora oggi questo rimane per noi un dolce di Pasqua tradizionale, di famiglia, e lo voglio condividere anche qui per chi vorrà provarlo o regalarlo ai propri cari.

Vi consiglio di dare un’occhiata anche ad altre ricette per il menù di Pasqua.

Nidi di pasqua dolci

Nidi di Pasqua dolci

Dosi per 8 nidi di Pasqua
Portata Dolce
Cucina Ialiana
Keyword dolce lievitato, lievitati
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 500 g di farina bianca
  • 1 bustina di lievito di birra
  • 100 g di zucchero
  • 1 cucchiaino di estratto di vaniglia o una bustina di vanillina
  • 1 buccia grattugiata di limone
  • 5 g sale
  • 2 uova t.a.
  • 100 g burro t.a.
  • 250 g latte t.a.

Per farcire e decorare

  • 140 g di canditi
  • 1 uovo
  • zucchero granella
  • praline arcobaleno

Istruzioni

  • Setacciate la farina in una terrina larga e mescolate il lievito. Aggiungete lo zucchero, la buccia grattugiata di limone, il cucchiaino di vaniglia. Unite man mano il latte a temperatura ambiente e iniziate a mescolare. Unite le uova e il sale. Infine unite il burro a tocchetti. Amalgamate il tutto e lavorate l'impasto sul piano del tavolo, leggermente infarinato, per almeno 10 minuti, allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo finché l'impasto non sarà liscio ed elastico.
  • Rimettere l'impasto nella terrina infarinata, copritela con la pellicola trasparente e mettetelo a lievitare in forno spento con luce accesa, fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (1 ora e mezza circa). Quando l'impasto sarà raddoppiato, allargatelo sul piano da lavoro e incorporate i canditi tritati finemente. Amalgamate bene e, a questo punto, dividete l'impasto in 16 pezzi; arrotolare ogni pezzo fino a una lunghezza di 25 cm circa. Intrecciate insieme due rotoli,e chiudete le estremità formando un nido.
  • Disponete i nidi non troppo vicini sulla teglia da forno, foderata con carta da forno e lasciateli a lievitare ancora 30 minuti.
  • Spennellate ogni nido con uovo sbattuto e un goccio di latte, poi cospargete i nidi con granella di zucchero e codette colorate.
  • Infornate in forno statico a 180-200° per 15-20 minuti nella parte media del forno. Quando i nidi sono cotti e belli dorati, toglieteli dalla teglia e lasciateli raffreddare su una gratella. Gustateli a colazione o come dolce di fine pranzo di Pasqua.

Potete preparare questi nidi di Pasqua dolci usando meno lievito, che garantisce una migliore digeribilità. In questo caso aumenteranno i tempi di lievitazione: considerate che io ho provato a usare 12 g di lievito di birra fresco. Per la prima lievitazione l’impasto è raddoppiato in circa 4 ore. L’importante è che il vostro impasto arrivi al raddoppio. Per la seconda lievitazione sono sempre bastati 30-45 minuti. Il risultato sarà ancor più soffice e leggero.

Nidi di Pasqua dolci - nidi di pan brioche
Nidi di Pasqua lievitati
Nidi di Pasqua dolci - panbrioche a nidi

Volete provare altri dolci di Pasqua? Vi consiglio due ricette classiche per preparare un bel dolce pasquale che farà contenti parenti e amici a tavola:

  1. Pastiera napoletana
  2. Corona pasquale trentina

Articolo aggiornato ad aprile 2021

Articoli consigliati

2 commenti

  1. Belli, allegri e colorati. Anch’io spesso cucino con la mia nonna, è lei che custodisce la tradizione culinaria della nostra famiglia.

Rispondi

Follow Me!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: