Fruitcake di Natale

Fruitcake di Natale con uvetta canditi

Il fruitcake di Natale è un plumcake tipico inglese ricco di frutta candita e frutta secca, perfetto dolce delle feste di Natale. Non solo: ottimo da gustare a colazione, o a merenda insieme a una tazza di tè caldo.

Pare, secondo la tradizione, che questo cake di frutta secca e candita venga preparato e conservato per un mese, continuamente bagnato di liquore finché non viene servito in un’ occasione speciale.

Ma la ricetta che vi propongo io è pronta per essere subito gustata, risultando morbida, umida e molto saporita con tutta la frutta candita e secca che contiene!

Anche la mia amica Alessandra di Ricette di cultura ha pubblicato il suo Plumcake inglese tradizionale. Vi consiglio di andare a darci un’occhiata, cambia leggermente da questa mia versione del fruitcake di Natale, ma ha un aspetto molto simile e invitantissimo.

Fruitcake di Natale

Nel mio fruitcake di Natale ho voluto inserire quella frutta secca tipica natalizia, che si trova facilmente in tavola durante le feste come dolce/frutta di fine pasto. Ho usato i fichi secchi, i datteri, le albicocche e le prughe secche, nonché uvetta e canditi.

Il risultato, come potete vedere, è un dolce molto colorato e invitante a ogni fetta!

Fruit Cake di Natale

Un plumcake di Natale tipico inglese, con frutta secca e frutta candita; dosi consigliate per uno stampo da plumcake di 26×10 cm
Portata Dolce, Ricetta di Natale
Cucina Inglese
Keyword Natale, Plumcake
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

  • 150 g farina
  • 125 ml latte
  • 100 g burro
  • 2 uova
  • 75 g zucchero
  • 50 g ciliegie candite
  • 80 g uvetta
  • 30 g albicocche secche a dadini
  • 30 g prugne secche a dadini
  • 65 g cedro e arancia candita a dadini
  • 30 g datteri
  • 30 g fichi secchi
  • 1/2 bustina di lievito
  • scorza di 1 limone grattugiata
  • 1 cucchiaino di Brandy o Marsala
  • granella di zucchero

Istruzioni

  • Iniziate con il mettere a mollo l'uvetta, i datteri e i fichi, le prugne e le albicocche secche in acqua tiepida, per ammorbidire.
  • Lavorate il burro con una frusta in una ciotola capiente, assieme alle uova e allo zucchero, mescolando sempre con molta cura. Aggiungete all'impasto il latte, la farina e il lievito (setacciati) e aromatizzate a piacere con il brandy o il marsala, e la scorza del limone.
  • Incorporate infine la frutta candita. Scolate l'uvetta, i datteri,i fichi, le prugne e le albicocche. Riducete la frutta più grande a dadini, e unite tutto all'impasto. Mescolate bene con una spatola per amalgamare gli ingredienti
  • Prima di infornare cospargete la superficie del cake con la granella di zucchero.
  • Imburrate e infarinate uno stampo da plumcake e distribuite il composto.
  • Infornate a 180°,forno ventilato, per 35-40 minuti circa. Abbassate poi a 170° per altri 20-30 minuti. Verificate la cottura inserendo nel dolce uno stecchino di legno o la lama di un coltello, che dovranno uscire asciutti. Se dovesse scurire troppo, coprite il plumcake a metà cottura con la stagnola.
  • Sfornate e lasciate raffreddare il dolce prima di sformarlo e tagliarlo a fette per servirlo.
Fruitcake di Natale della tradizione inglese

Volete altre ricette di Natale da provare? Vi consiglio alcune ricette tradizionali natalizie a cui non potrete resistere:

  1. Stollen di Natale
  2. Biscotti di Natale
  3. Pandolce genovese basso
Fruitcake di Natale - plumcake inglese con frutta secca e candita


Articolo aggiornato il 10 dicembre 2020

Articoli consigliati

6 commenti

  1. E’ vero! Questo plumcake ha proprio il sapore delle feste! Ormai dobbiamo cominciare ad entrare nell’ordine delle idee…

  2. Un plum cake molto Christmas! Bravissima! 🙂

  3. Che bello, Franci! Mi hai fatto venire voglia di rifarlo proprio durante le prossime vacanze natalizie, riciclando un po’ di frutta secca e candita! <3
    Ale (ricettedicultura)

    1. Ciao Ale! Ti dico solo che è già finito, è troppo buono!! Mi ha fatto piacere vederlo anche da te <3 un abbraccio!

Rispondi

Follow Me!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: