Flan di topinambur con fonduta e granella di nocciole

Flan di topinambur con fonduta di Bra e granella di nocciole

Il flan di topinambur con fonduta e granella di nocciole è un originale antipasto perfetto per un pranzo della domenica o da presentare a pranzi o cene delle feste. Per chi non conoscesse il topinambur, è un tubero dall’aspetto bitorzoluto che nel gusto ricorda vagamente il carciofo. Viene consumato molto in Piemonte, dove viene servito tra le verdure per la tradizionale bagna cauda. Ed è proprio in questa regione che viene chiamato con nomi particolari in base al dialetto del posto: “tapinabò” o “ciapinabò” o ancora “patinabò”.

Ma il topinambur può essere consumato sia crudo sia cotto? Assolutamente sì: il topinambur crudo e pulito viene intinto nella già citata bagna cauda, ma è anche consumato in pinzimonio o in insalata. Da cotto può essere fritto o lessato come le patate, o gustato in torte salate e flan.

La ricetta di questo flan di topinambur può essere servito, come ho fatto io, con una fonduta, oppure con una bella cucchiaiata di bagna cauda versata sopra prima di essere servito.

Essendo io piemontese, ma volendo usare ingredienti un po’ diversi sempre del territorio, ho pensato di proporvi un flan di topinambur con una fonduta di Bra tenero (una toma morbida di latte vaccino prodotta nel cuneese) e una spolverata di granella di nocciola Piemonte IGP. Le nocciole arrivano dai noccioleti della Società Cooperativa Agricola Corilù, di Lu Monferrato.

Flan di topinambur con fonduta di Bra e granella di nocciole piemonte igp

Vi consiglio di provare anche altri flan di verdure o tortini perfetti per l’inverno:

  1. Flan di verdure con fonduta
  2. Sformato di cardi gobbi con bagna cauda
  3. Tortini al radicchio con fonduta al parmigiano

Flan di topinambur con fonduta di Bra e granella di nocciole

Perfetto antipasto per pranzi della domenica o giorni di festa. Dosi per 6 flan.
Portata Antipasto, Aperitivo
Cucina Italiana, Piemontese
Keyword Bagna Cauda, Flan, Topinambur
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

Per cuocere i topinambur

  • 500 g topinambur
  • 2 spicchio d'aglio
  • 1 noce di burro o 1 cucchiaio d'olio evo
  • q.b. sale e pepe

Per i flan

  • Topinambur cotti
  • 2 uova
  • 100 g panna
  • 2-3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • q.b. sale e pepe
  • 1 pizzico di noce moscata

Per la fonduta

  • 100 g panna
  • 100 g toma di Bra o altra toma tenera
  • 2 cucchiai di latte
  • q.b. pepe

Istruzioni

  • Iniziate cuocendo i topinambur. Puliteli togliendo il più possibile la scorza esterna con un pelapatate, lavateli e gettateli in acqua e limone per evitare che si anneriscano. Scolateli man mano e tagliateli a pezzetti. Metteteli a cuocere in padella con una noce di burro e 2 spicchi d'aglio, se asciugano aggiungete un po' d'acqua. Fate cuocere finché non risulteranno morbidi. Salate e pepate.
  • Mettete nel mixer i topinambur cotti, la panna, le uova, il parmigiano grattugiato, noce moscata e infine aggiustate di sale e pepe. Fate andare il mixer fino a creare un composto omogeneo.
  • Preparate gli stampini (da muffin): imburrateli e spolverate di pan grattato, versateci il composto fino oltre alla metà, circa 2/3. Mettete gli stampini in una teglia dai bordi alti e versateci un po' di acqua per cuocere i flan a bagnomaria. Cuocete i flan a 180° forno ventilato per 30 minuti circa. Controllate con lo stecchino che i flan siano cotti all'interno.
  • Sfornate i flan, lasciateli intiepidire e sformateli.

Preparate la fonduta

  • Preparate la fonduta mettendo in un pentolino i pezzetti di toma di Bra, 100 g di panna e due cucchiai di latte. Mescolate finché non si sarà creata una crema liscia. Salate leggermente e pepate. Versate un po' di fonduta sui flan e servite.
Flan di topinambur con fonduta alla toma di Bra e granella di nocciole
Flan di topinambur con fonduta e granella di nocciole

Articoli consigliati

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: