Dark Mode On / Off

Frittelle di Carnevale in Alessandria: i farciò

Le frittelle di Carnevale in Alessandria  vengono chiamate in dialetto piemontese farciò: sono molto leggere nonostante la frittura, vuote al loro interno e ricoperte di zucchero semolato.

Nel periodo di Carnevale, è tradizione a casa mia, come in molte altre case degli italiani, preparare le frittelle. Le frittelle in Piemonte si chiamano comunemente farciò, o friciò, sono vuote all’interno, oppure farcite con l’uvetta, o le mele.

In realtà, un po’ in tutta Italia, da nord a sud, si preparano delle frittelle simili, come per esempio le zeppole con la crema pasticcera. Si sa, ognuno ha il suo tipo di frittella, zeppola, graffa!

La ricetta dei farciò, frittelle di Carnevale in Alessandria

La ricetta dei farciò è la stessa della pasta choux o dei bignè.
Le frittelle di Carnevale in Alessandria vengono preparate tra febbraio e marzo, anche se c’è chi dice che a Carnevale è tradizione preparare le gasse (o bugie) e le frittelle a San Giuseppe. Possono essere fritte o cotte al forno, lasciate vuote oppure farcite con la crema pasticcera.

Queste frittelle di Carnevale sono senza lievito: il segreto è quello di montare bene l’impasto di modo che si gonfi durante la cottura! Risulteranno leggere, soffici e per nulla unte!

Quando ero piccola mia mamma le preparava sempre per Carnevale.
Io adoravo assaggiarle non appena finiva di prepararle e le rigirava nello zucchero, ancora calde.. una delizia.

Frittelle di Carnevale: i farciò

Portata Dolce
Cucina Italiana
Keyword Carnevale, Frittelle
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

  • 1 bicchiere d’acqua
  • 150 g di farina
  • 3 uova
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 50 grammi di burro
  • scorza di limone

Istruzioni

  • Versate in una pentola l’acqua, il burro e lo zucchero. Portate a bollore l’acqua, quindi togliete dal fuoco e aggiungete in un colpo solo la farina.
  • Mescolate bene senza preoccuparvi dei grumi, cuocendo quello che viene chiamato roux (misto di burro e farina) per qualche minuto.
  • Trasferite il roux in una ciotola, lasciate intiepidire e iniziate ad aggiungere un uovo alla volta, mescolando sempre per incorporarlo.
  • Solo quando sarà completamente assorbito potrete aggiungere il successivo.
  • Per ultimo aromatizzate con la scorsa del limone.
  • Friggere in abbondante olio bollente, mettendo l’impasto a piccoli cucchiaini, in modo da creare delle palline che appena pronte potrete mettere in una scodella piena di zucchero, passarle e lasciarle asciugare.
Farciò piemontesi per Carnevale

Volete provare altre ricette di Carnevale? Eccovi alcuni consigli:

  1. Bugie di Carnevale senza burro
  2. Frittelle di mele
  3. Chiacchiere tradizionali di Iginio Massari
Frittelle di Carnevale piemontesi, i farciò
Frittelle di Carnevale piemontesi

E tu come fai le frittelle? Come i farciò alessandrini? Lascia un commento qui sotto o scrivimi sulle pagine social qui sotto. Ti aspetto!

Francesca Guglielmero

Francesca Guglielmero

Nata nel 1992 ad Alessandria, laureata triennale in Comunicazione e magistrale in Informazione ed Editoria a Genova. Scrivo di cucina tipica del territorio, soprattutto piemontese e ligure. Mi occupo di scrittura per il web, creazione di contenuti SEO friendly e fotografia di cibo e still life.

Recommended Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Share via
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: