Caponet alessandrini

Capunet alessandrini

I caponet alessandrini sono degli involtini di verza ripieni di carne tipici piemontesi. Si tratta di un piatto invernale, stagione nella quale, con le prime gelate, i cavoli e le verze diventano più croccanti e acquistano peso.

Nella cucina piemontese i cavoli sono spesso usati, a crudo o a cotto, conditi con la bagna cauda, o in insalata con aglio e acciuga. Da cotti sono altrettanto famosi i sancrau (cavolo verza cotto e servito come contorno al cotechino).

Con le foglie della verza vengono preparati i caponet (o capunet): ripieni di carne macinata e salsiccia, vengono poi cotti in padella o al forno. Si possono trovare in bianco, oppure conditi con sugo di pomodoro come i caponet alessandrini.

Curiosità: il 25 novembre è Santa Caterina, festeggiata in molte località della provincia di Alessandria. In questa occasione, un tempo, era consuetudine preparare degli involtini di verza simili ai caponet famosi nelle Langhe e Monferrato. (fonte: Appunti di storia della cucina alessandrina, L. Bruni, 2008)

I caponet alessandrini sono, insieme alla zuppa di ceci e costine, uno dei più famosi piatti tipici piemontesi delle stagioni autunnali e invernali. Vi consiglio di provare entrambi i piatti e dirmi quale preferite di più!

Se invece volete provare altre ricette tradizionali vi consiglio di dare un’occhiata sotto il tag piatti tipici piemontesi: troverete antipasti, primi piatti, secondi e dolci del territorio.

Caponet alessandrini con il pomodoro

Caponet alessandrini

Involtini di verza ripieni e conditi con sugo di pomodoro, cotti al forno. Dosi per 4 persone.
Portata Antipasto, Tradizionale
Cucina Italiana, Piemontese
Keyword Carne, Involtini, Verza
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

Per i caponet

  • qualche foglia di verza
  • 300 g salsiccia
  • 200 g carne trita di maiale
  • 4 carote
  • 4 coste di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 bicchiere di vino rosso
  • 1 foglia di alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • 2 cucchiai d'olio evo
  • 2 uova
  • q.b. parmigiano reggiano grattugiato
  • q.b. sale
  • q.b. pepe nero

Per la salsa

  • 350 g passata di pomodoro
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d'aglio
  • 1 foglia d'alloro
  • 1 rametto di rosmarino
  • qualche foglia di basilico
  • sale
  • pepe
  • 1 cucchiaio d'olio evo

Istruzioni

  • Iniziate preparando il ripieno dei caponet: tritate sedano carote e cipolla e fateli soffriggere con due cucchiai d'olio in una padella. Aggiungete poi la trita di maiale e la salsiccia spellata. Sfumate con il vino rosso e profumate con alloro e rosmarino. Cuocete per 30 minuti e lasciate raffreddare. Una volta che sarà raffreddato, unite in una ciotola la trita, le uova, il parmigiano grattugiato, sale e pepe. Amalgamate il tutto.
  • Sbollentate le foglie di verza (quelle più piccole e interne) in acqua salata per pochi minuti, poi stendetele ad asciugare su un canovaccio. Quando il ripieno sarà pronto, farcite le foglie di verza con uno o due cucchiai, al centro. Arrotolatele e ripiegatele a pacchetto. A questo punto potete chiudere gli involtini con lo spago da cucina o uno stuzzicadenti per poi infarinare i caponet e cuocerli in una padella con il burro. Altrimenti potete preparare la salsa di pomodoro e cuocerci poi al suo interno i caponet per 30 minuti. Io ho voluto farli al forno: ho imburrato una teglia in cui ho adagiato i caponet, ci ho versato sopra il sugo di pomodoro e li ho cotti a 180° per 30 minuti.
  • Servite i caponet caldi o tiepidi.
Capunet alessandrini ricetta

Articoli consigliati

Rispondi

Follow Me!
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: