Stollen di Natale

Stollen: tipico dolce natalizio
della Germania

Il Christstollen, o Weihnachtsstollen o più semplicemente Stollen di Natale, è un tipico dolce di Natale di origine tedesca. Il dolce, originario della città di Dresda, viene preparato con diverse variazioni in tutta la Germania (come tutte le ricette tradizionali, del resto). 
Il Dresdner Stollen (Stollen di Dresda) è coperto da indicazione geografica protetta e solo 150 fornai di Dresda producono la versione ufficiale. 

stollen di Natale

Cos’è lo stollen di Natale

Tanti seguendo il mio blog vedono spesso ricette della tradizione piemontese, al massimo ligure. Per cui si chiederanno cos’è lo stollen di Natale. Si tratta di una pasta dolce lievitata, che al sapore ricorda molto il panettone. È ricca di burro, frutta secca e canditi, soprattutto mandorle, uvetta, cedro e arancia candita, quasi sempre ricoperta di zucchero a velo.

Dopo la cottura, secondo la tradizione, il dolce non viene consumato subito, ma dopo circa tre settimane. In altre versioni vengono aggiunti, a seconda delle zone, il marzapane, o la ricotta, le mele, prugne o nocciole.

E se volete provare altre ricette di Natale,qui potete trovare tante idee per le vostre feste

Stollen di Natale ricetta tedesca

Come fare lo stollen: ricetta

Per fare lo stollen ci vuole un po’ di pazienza, per ottenere dei risultati davvero soddisfacenti. Io ci ho messo più o meno una giornata tra le varie fasi di lievitazione, ma nulla è peggio della preparazione di un grande lievitato come il panettone, chi ha provato capirà!

La ricetta che vi propongo è del classico stollen con marzapane: durante la preparazione nell’impasto viene inserito un bastoncino di marzapane, prima di chiuderlo, farlo lievitare ancora un’ora e infornarlo.

Stollen di Natale

Ricetta tipica natalizia in Germania
Portata Dolce
Keyword dolce lievitato, Stollen
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

  • 400 g farina manitoba
  • 170 ml latte temperatura ambiente
  • 1 uovo
  • 1 bustina di lievito di birra
  • 75 g zucchero
  • 75 g burro temperatura ambiente
  • 2 cucchiai rhum
  • 100 g uvetta
  • 100 g canditi cedro e arancia
  • 100 g mandorle tritate
  • 1 cucchiaino cannella
  • 1 cucchiaino sale
  • 200 g marzapane
  • zucchero a velo q.b.

Istruzioni

  • Intiepidite il latte e scioglieteci il lievito secco con un cucchiaio di zucchero preso dai 75 g totali. Mescolate e lasciate riposare per almeno 30 minuti.
  • Mescolate questa parte liquida con l’uovo sbattuto, lo zucchero e la cannella. Aggiungete il rum e incominciate a impastare il tutto assieme a 2/3 della farina. Aggiungete quindi il sale e il burro. Continuate a impastare con la farina rimasta fino ad ottenere un impasto morbido ed elastico. Formate una palla e riponetela in una ciotola a lievitare per almeno 1 ora e mezza, 2 ore coperta da un telo da cucina.
  • Nel frattempo ammollate l’uvetta in acqua calda. Una volta ammorbidita strizzatela bene e mescolatela assieme alla frutta candita e alle mandorle.
  • Quando l’impasto sarà raddoppiato di volume, versatelo sulla spianatoia leggermente infarinata e allargatelo bene. Adagiate al centro la frutta secca e candita e impastate bene il tutto fino ad ottenere un composto omogeneo. Formate una palla, riponetela di nuovo nella ciotola, coprite con un telo da cucina e fate lievitare di nuovo per altre 2 ore.
  • Trascorse le due ore, spolverate con poca farina la spianatoia, prendete il composto e allargatelo con un mattarello fino a formare un grande rettangolo non troppo sottile (dallo spessore di 1 centimetro e mezzo circa). Prendete il marzapane, allungatelo con le mani e disponetelo su un lato del rettangolo d’impasto. Ripiegate i due lati e riponete il filone appena ottenuto su una teglia rivestita con la carta forno. Lasciatelo lievitare per 1 ora.
  • Scaldate il forno a 180°C in modalità statico. Infornate il dolce a forno caldo per 50-60 minuti.
  • Una volta estratto dal forno, spennellate immediatamente con il burro fuso e cospargetelo con abbondante zucchero a velo setacciato, quindi lasciatelo raffreddare su una gratella. Avvolgetelo quindi nella carta di alluminio e lasciate riposare lo stollen in un luogo fresco per un paio di giorni prima di consumarlo, in modo che assorba umidità e raggiunga la consistenza classica. Nulla vi vieta di gustarlo anche subito. 😉
Stollen di Natale con marzapane

Conoscevate lo stollen di Natale? Se provate a farlo con questa ricetta, taggatemi su Instagram @maccaronireflex o mandatemi la foto del risultato finale sulla pagina Facebook Maccaroni Reflex.

Nata nel 1992 ad Alessandria, laureata nel 2016 in Comunicazione, studio Informazione ed Editoria a Genova. Scrivo di cucina e mi occupo di scrittura per il web, creazione di contenuti SEO friendly e fotografia di cibo e still life.
Articolo creato 241

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto