Focaccia dolce alessandrina

La focaccia dolce alessandrina è una focaccia simile a quella genovese, ma ricoperta di zucchero che, durante la cottura in forno, rende la superficie leggermente croccante e appiccicosa. 

Uno dei classici street food di Alessandria e tipico delle colazioni di molte famiglie alessandrine, si può trovare in Alessandria e provincia, per cui non provate a chiederla a Genova o in qualche panetteria ligure, o rischiate di essere guardati male!

È un tipo di focaccia dolce che pochi conoscono, ma che fa parte dell’infanzia di molti alessandrini (e non solo).
In realtà questa sfiziosa focaccia fino a pochi anni fa non l’apprezzavo, o preferivo gustarmi una fetta di focaccia classica, ma solo ultimamente ho imparato ad apprezzarla soprattutto perché fa parte della tradizione alessandrina, dei miei luoghi d’origine.

La ricetta della focaccia dolce è molto semplice e richiede poche ore di lievitazione: se fatta con lievito di birra in polvere, vi consiglio di usare solo mezza bustina, 3,5 g, ma può essere utilizzato anche lievito di birra fresco (mezzo cubetto, circa 13 g) o, ancora meglio, il lievito madre.

Se avete poco tempo, usate una bustina intera di lievito di birra in polvere, che prevede una sola ora di lievitazione. Se invece volete un risultato più morbido e che duri un po’ più a lungo, usate mezza dose di lievito di birra fresco o secco e seguite il procedimento delle pieghe, che aiutano a dare elasticità all’impasto.

Focaccia dolce alessandrina ricetta

Come si fa la focaccia dolce?

La focaccia dolce alessandrina è molto semplice da preparare, richiede pochi ingredienti per un risultato da leccarsi i baffi, che piace a grandi e piccini.

Esiste anche una versione di focaccia dolce che si prepara verso fine primavera, alle porte dell’estate: la focaccia dolce con le ciliegie, una squisitezza che vi consiglio di provare almeno una volta.

Focaccia dolce alessandrina - come farla

Focaccia dolce alessandrina

Focaccia tipica alessandrina con zucchero caramellato in superficie
Portata Dolce
Cucina Italiana, Piemontese
Keyword Focaccia
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

  • 450 g di farina metà manitoba e metà farina 0
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 1/2 bustina di lievito di birra secco o 13 g lievito di birra fresco
  • 100 ml acqua
  • 100 ml latte tiepido
  • 1 cucchiaio olio extravergine
  • 7 g sale fino

Per la copertura di zucchero e la salamoia:

  • 100 g di zucchero
  • 25 g olio evo
  • 25 g acqua

Istruzioni

  • In una terrina capiente versate l'acqua, il latte, lo zucchero e l'olio. Sciogliete all'interno il lievito di birra e mescolate. Unite man mano la farina, e, verso la fine, il sale. Incominciate a mescolare con un cucchiaio di legno, poi continuate a impastare a mano, magari spostandovi su una spianatoia, fino a ottenere un impasto liscio ed elastico. Ci vorranno 10 minuti circa.
  • Lasciate lievitare l’impasto, coperto da un canovaccio, per mezzora in un luogo tiepido. Passata la mezzora, togliete l'impasto dalla ciotola, schiacciatelo leggermente con le mani creando una sorta di rettangolo, e fate le pieghe. Prima a portafoglio, poi in tre parti per creare una palla. Rimettete a questo punto l'impasto nella ciotola leggemente oliata e ricoprite l'impasto con pellicola e fategli fare ancora mezzora di lievitazione.
  • Stendete a questo punto l'impasto con le mani sulla placca del forno unta con un po’ d’olio. Mentre si stende la pasta, con le dita fare i classici ‘buchi’ della focaccia, che verranno poi ricoperti di zucchero. Una volta stesa, mescolate acqua e olio e versate questo liquido sulla focaccia distribuendolo bene con le mani: in questo modo la salamoia finirà dentro i buchi della focaccia. Lasciate riposare la focaccia ancora per mezzora prima di infornare.
  • Terminata l'ultima mezzora di lievitazione, distribuite altro zucchero su tutta la focaccia e infornate a 250° in forno statico per 15-20 minuti, comunque fino a doratura.
  • Togliete dal forno la focaccia e, ancora calda, cospargetela eventualmente di acqua e zucchero. Lasciate intiepidire prima di tagliarla e servirla. Dovrà essere umida e appiccicosa.
Focaccia dolce tipica alessandrina

E voi avete mai provato la focaccia dolce alessandrina? Vi piacerebbe farla in casa? Preparatela e fatemi sapere, lasciando un commento qui sotto o pubblicando le vostre foto sulla mia pagina Facebook Maccaroni Reflex



25 thoughts on “Focaccia dolce alessandrina”

  • Penso che la tua ricetta sia la migliore..sn felicissima per averla provata e ti dico soltanto che oggi la sto rifacendo!!!..Top!

  • Eh.. si , la pizza al tegamino la faceva buona il toscano e anche la farinata e il castagnaccio. Lui se la passava sempre sudando davanti al forno a legna e la moglie con la mamma in cucina a preparare erano gli anni 70 che roba buona!! Adesso vivo in usa mi manca tanto la mia bella Alessandria.

  • Quando mio padre usciva dal turno di notte, rientrando a casa passava davanti ad una panetteria, e io trovavo un pezzo di focaccia dolce per colazione sul tavolo accanto alla tazza….. ricordi lontanissimi, io sono “un po’ ” più grande dell’autrice di questo sito.
    Ormai da anni è impossibile ritrovare quel sapore, quella consistenza, quello zucchero semi-caramellato nelle fossette della focaccia, che si appiccicava alle dita e ai denti….
    Ma ora, con questa ricetta, voglio proprio provare!
    Avrei solo un quesito: dal momento che dovrei preparare la focaccia solo per me, dovrei dividere a metà le dosi di impasto, ma non mi piace lasciare le bustine di lievito aperte a metà, quindi mi chiedo se sia possibile congelare parte dell’impasto, e scongelarlo completando la lievitazione in un secondo tempo.
    Grazie per aver condiviso questa ricetta!

    • Buonasera!
      Innanzitutto grazie per aver condiviso questo bellissimo ricordo!
      Io consiglio di fare tutto l’impasto, fare una bella teglia di focaccia dolce, poi una volta cotta tagliarsi la propria fetta e il resto congelarlo già a fette. Quando ne vorrai un pezzetto basterà toglierlo dal freezer e metterlo al forno per 5-10 minuti a 150-160°. Sarà come appena fatta! Prova e fammi sapere 😉

  • Grazie per la risposta rapidissima.
    Proverò al più presto e comunicherò il risultato, ma, golosa come sono, c’è il rischio che la teglia di focaccia me la mangio tutta prima di avere il tempo di congelarla!!!

    • Prossimamente proverò anche a farne una versione più leggera (con meno lievito) così lievita più lentamente ma al tempo stesso sarà più digeribile (e finirà anche prima hahaah) Fammi sapere come viene questa versione e spero sia come la ricordi 😉

  • Che bel blog! E questa ricetta è splendida! Non conoscevo questa versione della focaccia, sembra buonissima! La teglia è la leccarda del forno, vero? Posso chiederti le misure? Grazie Francesca buona domenica

  • Focaccia dolce??????? Non la conoscevo, grazie!!!!!!!!! Me la segno e la farò appena riaccenderemo il forno 😅 Leggendo anche i commenti ti chiedo se hai pubblicato la variante con meno lievito di birra e la ricetta della pizza al tegamino, le ho cercate, ma non ci sono ancora vero? ☺ Buona notte ciao Debora

    • Ciao Debora, sono contenta che ti piaccia! Spero la proverai presto!
      Questa ricetta è già stata modificata con meno lievito per un risultato più leggero.
      Se mi cerchi su Facebook puoi anche vedere un video dove la preparo 😉
      Per la pizza al tegamino non sono ancora riuscita a farla, per l’autunno vedrò di portarmi avanti col lavoro!!
      Grazie ancora e buonanotte

      Francesca

  • Buongiorno, conosco focaccia dolce , nella ricetta non si comprende quando inserire lo zucchero, nella salamoia o dopo , grazie

Rispondi