Pandolce genovese basso

Le feste di Natale in Liguria, ma soprattutto a Genova, chiamano Pandolce! Il pandolce genovese basso (o alto) o semplicemente pandolce, spesso detto anche panettone genovese, è un prodotto tipico delle feste natalizie di queste zone.
Le  vetrine delle pasticcerie di Genova ne sono colme in questo periodo dell’anno: dovunque io vada c’è un’esplosione di questo invitante dolce che tutti dovrebbero provare!

Come fare il pandolce genovese basso

Il pandolce genovese basso è un dolce ricco di uvetta e pinoli, profumato di frutta candita e semi di finocchio.
Il pandolce alto è più morbido e ricorda il pan brioche, mentre quello basso è più friabile e “biscottoso”.

Pandolce genovese basso - tipica ricetta di natale

Secondo la tradizione ligure, sia per il pandolce basso che alto, si può aggiungere a piacere il marsala, ma sono assolutamente necessari semi di finocchio e acqua di fior d’arancio. Io solo successivamente alla preparazione del mio pandolce ho scoperto la necessità dell’aroma fiori d’arancio, ma come sostituto ho usato la buccia grattugiata di un limone. Che i genovesi mi perdonino!

Ho voluto provare a fare in casa il pandolce basso, senza l’uso di lievito madre come invece richiede la versione alta. Inutile dire che abbia conquistato tutti per quanto è buono! Ho cercato di essere più fedele possibile alla ricetta originale ligure, ma se ci fosse qualcosa di sbagliato invito i miei lettori a scrivermi per darmi anche dei consigli, lasciando un commento qui sotto o scrivendomi sulla pagina Facebook Maccaroni Reflex.

Ricetta del pandolce genovese basso

Il pandolce genovese basso, a differenza di quello alto, non ha bisogno di ore di lievitazione. Basta una bustina di lievito per dolci e il pandolce si gonfierà leggermente durante la cottura in forno. Molto semplice da preparare, profumatissimo e davvero invitante!

Pandolce genovese basso

Variante del pandolce genovese, più semplice e veloce perché non necessita di tempi di lievitazione
Portata Tradizione ligure di Natale
Cucina Ligure
Chef Francesca

Ingredienti

  • 300 g farina 00 + farina per impastare
  • 2 uova
  • 120 g zucchero a velo
  • 120 g burro t.a.
  • 2 cucchiai latte t.a.
  • 70 g arancia e cedro canditi
  • 120 g uvetta
  • 50 g pinoli
  • 1 bustina lievito per dolci
  • 1 cucchiaio semi di finocchio
  • 1 cucchiaio marsala
  • 1 bustina vanillina
  • 1 scorza di limone

Istruzioni

  • In una ciotola setacciate il lievito e la farina; formate un buco al centro e rompeteci le uova intere. Sbattete leggermente con una forchetta, poi unite lo zucchero a velo, il sale, la vanillina, il latte,il burro, il marsala e mescolate, fino ad ottenere un impasto denso.
  • Mettete a bagno l’uvetta per dieci minuti, scolatela, strizzatela e passatela nella farina.
  • Unite all’impasto l’uvetta, i canditi, i pinoli, semi di finocchio e scorza grattugiata di un limone. Impastate aggiungendo farina, finché l’impasto non risulterà compatto (tipo pasta frolla).
  • Formate una palla e spostatela su una teglia coperta di carta forno.
  • Infornate il pandolce con un piccolo contenitore di acqua nel forno, forno statico a 180° per 50 minuti. Se la superficie scurisce in fretta, coprire con un foglio di stagnola. Sfornare e lasciare raffreddare prima di servirlo.
pandolce genovese basso
Nata nel 1992 ad Alessandria, laureata nel 2016 in Comunicazione, studio Informazione ed Editoria a Genova. Scrivo di cucina e mi occupo di scrittura per il web, creazione di contenuti SEO friendly e fotografia di cibo e still life.
Articolo creato 252

6 commenti su “Pandolce genovese basso

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto