Nidi di Pasqua di pan brioche

Ritrovarsi in cucina, tra gli stessi fornelli e in uno spazio che può definirsi addirittura privato, non è sempre così semplice. Nella propria cucina ogni donna (o uomo), sa dove si trovano le pentole, le spezie, le posate. Sa come funzionano i propri fornelli, il giusto calore del fuoco, l’altrettanto giusta posizione delle padelle.

Se un’altra persona esterna a quell’intimità così profonda si intromette anche solo per buona volontà, come per aiutare nell’elaborazione di piatti da presentare a ospiti, o amici, o parenti, si può rischiare di sentirsi attaccati. Si tende a voler fare tutto da soli, si rischia lo scontro diretto con il malcapitato di turno che, povera stella, è li accanto solo perché vorrebbe dare una mano.

Questo non vale per la nonna, che spesso è disposta a perdere la sua indipendenza in cucina per stare insieme al nipote e preparare qualcosa insieme. Cucinare con la nonna credo sia una delle cose più belle che ho vissuto fin da bambina, e che mi porto ancora dentro come un magico ricordo.

Ecco che, in un pomeriggio di Pasqua, mi sono ritrovata nella cucina di nonna, che tanto ama passare le giornate ai fornelli e leggere nuove ricette nei suoi vecchi libri. Insieme abbiamo preparato un dolce di Pasqua tradizionale nella nostra famiglia da diversi anni: i nidi di Pasqua di pan brioche.

Nidi di Pasqua - panbrioche a nidi

Nidi di Pasqua

Portata Dolce
Cucina Ialiana
Keyword dolce lievitato
Chef Francesca Guglielmero

Ingredienti

Per l'impasto:

  • 500 g di farina bianca
  • 1 busta di lievito di birra
  • 100 g di zucchero
  • 1 fialetta di aroma vaniglia
  • 1 fialetta di aroma limone
  • 1 cucchiaino raso di sale
  • 2 uova
  • 100 g di burro
  • 250 g o 275 g di latte tiepido

Per farcire e decorare

  • 140 g di canditi
  • 1 uovo
  • zucchero granella
  • praline arcobaleno

Istruzioni

  • Setacciare la farina in una terrina larga e mescolarvi il lievito. Al centro del mucchio praticare una buca e versarvi zucchero e aromi, sale, uova e il burro sciolto tiepido. Amalgamare il tutto con una forchetta aggiungendo un po' per volta il latte tiepido.Lavorare l'impasto sul piano del tavolo, leggermente infarinato, per almeno 10 minuti allargandolo con i pugni chiusi, riavvolgendolo e sbattendolo sul tavolo fino al completo assorbimento del liquido.
  • Rimettere l'impasto nella terrina infarinata, coprirla con un canovaccio umido e riporlo a lievitare in luogo tiepido fino a quando il suo volume sarà raddoppiato (1 ora e mezza circa). Incorporare i canditi tritati finemente nell'impasto ben lievitato e dividerlo in parti (16); arrotolare ogni pezzo fino a una lunghezza di 25cm circa. Intrecciare insieme due rotoli a volta,e chiudere le estremità formando un nido.
  • Disporre i nidi non troppo vicini sulla lastra del forno, foderata con carta da forno e porre a lievitare ancora per 20 minuti.
  • Spennellare ogni nido con l’uovo sbattuto, e cospargere con zucchero, granella e praline arcobaleno.
  • Cuocere per 12-15 min nella parte media del forno pre-riscaldato (180° forno ventilato – 190°-210° forno elettrico)
Nidi di Pasqua lievitati

A piacere i nidi di Pasqua possono essere decorati con uova di zucchero e cioccolato.

Questi nidi di Pasqua di pan brioche possono essere gustati sia da soli che con tè o caffè, a colazione o merenda.

Volete provare altri dolci di Pasqua? Vi consiglio due ricette classiche per preparare un bel dolce pasquale che farà contenti parenti e amici a tavola:

Nidi di Pasqua di pan brioche
Nata nel 1992 ad Alessandria, laureata triennale in Comunicazione e magistrale in Informazione ed Editoria a Genova. Scrivo di cucina e mi occupo di scrittura per il web, creazione di contenuti SEO friendly e fotografia di cibo e still life.
Articolo creato 271

2 commenti su “Nidi di Pasqua di pan brioche

  1. Pingback: Menù di Pasqua

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: